I nostri moduli formativi POC Sicilia 14-20

“Piano Triennale per il contrasto alla dispersione scolastica e alle povertà educative”

I nostri moduli formativi

 

L’I. C. “Grassa”, con la Dirigenza della dott. ssa Mariella Misuraca, attraverso la partecipazione al “Piano triennale per il contrasto alla dispersione scolastica e alle povertà educative” ha voluto promuovere l’inclusione sociale e offrire ulteriori possibilità formative a gran parte degli studenti e delle studentesse della Scuola Secondaria di primo grado, attraverso la partecipazione, in orario extrascolastico, a laboratori formativi innovativi col fine di favorire anche il benessere scolastico.

Il progetto si è articolato in sei moduli formativi:

  • Suoni-amo insieme”

  • Ritmicamente insieme”.

  • Taekwondo a scuola: lo sport abbatte le barriere”

  • Street art: coloriamo i muri della nostra scuola”

  • “Hablamos espanol

  • Educazione a corretti stili di vita”

La struttura di tutti i laboratori ha previsto una prima fase teorica dedicata all’approfondimento dei temi progettuali, ed una seconda fase applicativa/pratica in cui il tema trattato è stato declinato in prodotti concreti di sensibilizzazione a cura dei ragazzi.

La fase conclusiva del progetto ha visto tutti gli allievi coinvolti impegnati nella realizzazione di una manifestazione che ha avuto luogo l’uno giugno 2022 all’interno dell’edificio dell’I.C. “G. Grassa”, durante la quale alcuni studenti coinvolti nel progetto si sono esibiti in coreografie ed esecuzioni di brani strumentali attinenti al prodotto finale del relativo modulo.

 

Suoni-amo insieme”

Il laboratorio musicale, indirizzato a gruppi di alunni di classe prima, ha permesso agli allievi di vivere un’esperienza musicale coinvolgente e affascinante, dando libero spazio ad ognuno  per poter sviluppare le abilità e le attitudini artistiche. Oltre ad affinare l’orecchio musicale, il percorso didattico ha rappresentato per tutti una significativa opportunità di integrazione e socializzazione.

Nel video, gli alunni guidati dall’esperto, maestro De Santi, hanno eseguito il brano strumentale per chitarra “Elegia per il fiume”. Tutor del progetto, prof. ssa Rosalia Lombardino.

 

Ritmicamente insieme”

Attraverso la promozione dell’attività sportiva, unita al movimento espressivo e al controllo motorio, le alunne impegnate nel progetto hanno avuto la possibilità vivere delle esperienze motorie ed emotive, stimolanti e creative. Nel video, la coreografia “Un fiume … di storia”, curata dall’esperta, prof.ssa Maria Marina  Giacalone, ci ha fatto rivivere sulle note della musica e sui passi leggeri delle nostre allieve delle prime classi della Secondaria l’avvicendarsi dei popoli a Mazara con il loro carico di civiltà lasciatoci in eredità. Tutor del progetto prof. ssa Francesca Perez.

 

 

“Taekwondo a scuola: lo sport abbatte le barriere”

Il modulo, indirizzato a gruppi di alunni di classe seconde, ha  avuto la finalità di far imparare, attraverso lo sport, il rispetto delle regole e del prossimo, l’autocontrollo, oltre che l’acquisizione di abilità fisiche quali coordinazione, e tecniche di forme e di combattimento che il taekwondo insegna. Nel breve video, i ragazzi, curati dal maestro Marino, hanno presentato una breve esibizione di Taekwondo. Tutor del progetto prof.ssa Floreana Bono.

 

Street art: coloriamo i muri della nostra scuola”

Il modulo, indirizzato a gruppi di alunni di classe seconda, attraverso l’arte pittorica, ha voluto educare ai valori dell’inclusione e al rispetto dell’ambiente con la realizzazione di  un murale inaugurato nel corso della manifestazione dell’uno giugno 2022 alla presenza della Dirigente Mariella Misuraca e dell’Assessore Giacomo Mauro.  Il murale lungo quasi quaranta metri è stato realizzato con la tecnica della pittura acrilica sulla facciata esterna del muro della sede di Via Vaccara dagli alunni e le alunne delle classi seconde della Scuola secondaria sotto la guida dell’esperta Manuela Marascia e del tutor Fabio Accardo Palumbo. Il murale, dal titolo “Il sogno di Giuseppe Grassa”, è dedicato proprio alla memoria dell’aviatore mazarese e al tema dell’inclusione. Il filo conduttore del dipinto è stato la pace rappresentata dalla colomba e dall’arcobaleno. Il tema si sviluppa in quattro quadri principali: nel primo e nel secondo l’aviatore è rappresentato nel momento della sua infanzia in cui egli già immaginava di solcare i cieli con il suo aeroplano che nel suo sogno si trasforma in una grande colomba il cui spirito riesce a trasformare il cuore degli uomini portando buon senso e capacità di comprendere le difficoltà di chi ci sta accanto. Le figure umane nel mare rappresentano i naufraghi, che spesso non sono riusciti a salvarsi per l’egoismo e la paura di chi avrebbe dovuto accoglierli: nell’immagine però campeggia una figura femminile che con la sua mano cerca di portarli in salvo.  Nel terzo riquadro sono rappresentati il fiume Mazaro con le sue barche, S.Nicolò Regale e la Cattedrale, simboli di una convivenza e di un arricchimento reciproco, tema ripreso e chiarito meglio dal quarto riquadro, dal titolo “L’altro sono io”. In esso il volto dei fanciulli di diverse nazionalità rappresenta la forza e la volontà di un presente che aspira alla pace e al miglioramento che deve avvenire in primo luogo dentro ognuno di noi in cui deve crescere la consapevolezza che ogni vita ha un valore e va salvaguardata.

 

“Hablamos espanol

I moduli indirizzati agli alunni delle classi terze hanno avuto, invece, una valenza orientativa, con l’intento di supportare gli allievi nelle future scelte scolastiche. Il modulo ha voluto, attraverso un laboratorio linguistico di spagnolo, promuovere il potenziamento e lo sviluppo di una coscienza multiculturale e aperta alla solidarietà e all’accoglienza. Nelle foto gli studenti e le studentesse mentre imparano la lingua spagnola e si divertono con attività interattive e lezioni coinvolgenti. Esperto del progetto prof.ssa Ciuni Donatella, tutor, prof.ssa Maria Laudicina.

 

 

 

Educazione a corretti stili di vita”

Il modulo, rivolto agli alunni di terza, ha voluto sensibilizzare gli studenti e le studentesse alla prevenzione e promozione del benessere attraverso corretti stili di vita, sani e sostenibili. Il corso ha avuto anche una forte valenza orientativa ed ha permesso ai ragazzi coinvolti di sviluppare le competenze trasversali per orientarli ad esplorare i propri obiettivi, gli interessi e le proprie potenzialità. Nelle foto gli alunni dell’I.C. Comprensivo “G. Grassa” che hanno partecipato al corso impegnati in alcuni momenti significativi del percorso.   In allegato la brochure “Il decalogo del corretto stili di vita” realizzata sotto la guida dell’esperto prof.ssa Scontrino Paola e del tutor prof.ssa Daniela Mercadante.

Decalogo corretti stili di vita